Il Mercato Marziale /4

Quarto appuntamento con la selezione video di youtube.

10 – Master Ken’s Tiger Wisdom – Stick Fighting

Per quelli che non hanno familiarità con l’inglese traduco:

“Il prossimo messaggio è per Blue Eye. Egli vuol sapere cosa pensa Master Ken dello stickfighting, oltre al fatto che ovviamente è una stronzata. Eeeh… da dove comincio… Lo stickfighting non è un’arte. Vuoi imparare lo stickfighting? Ti insegnerò lo stickfighting. SBENG! Fine della lezione.”

C’è andato più vicino lui con un video di 38″ che non diversi top master con serie di DVD.

11 – 4 Guys Trying to Take Me Down (1 on 1)

L’ideatore di questa sfida offre 20 dollari a chi per primo, tra i 4 ragazzi presenti, riesca a portarlo a terra in 20″. Al di la delle considerazioni tecniche lo scopo del video è quello di criticare l’attuale paradigma adottato in ambito difesa personale o street fighting in cui la lotta a terra viene vista come una naturale evoluzione dello scontro, quasi una situazione inevitabile che quindi deve essere allenata. Chiaro che questa rappresenti un’eventualità da non sottovalutare ma il mindset generato da questo tipo di allenamento porta a considerare con troppa familiarità la situazione, promuovendola quasi a “zona di conforto” quando invece non lo è affatto. Andare a terra per strada non è mai auspicabile e il messaggio del video è proprio quello che è possibile allenarsi per evitarlo. Ottimo spunto di riflessione.

12 – Krav Maga – Difesa Sicura – Stage sul Macete

Sono subito rimasto senza parole. Dopo invece me ne sono venute tante, che non riporterò.

Il momento clownclou a 1:27 quando uno degli istruttori dimostra come difendersi da un’aggressione col macete sia facile esattamente come scartare una gomma da masticare e portarsela alla bocca. Quando già chi attacca lo fa in maniera improbabile e con poca convinzione tutto il resto è la diretta conseguenza.

Per via dei recenti fatti di cronaca molte persone verranno attratte da corsi come questi, il mio consiglio è sempre quello di dubitare e mettere alla prova tutto quello che si impara in ambiente controllato, avvalendosi di persone più e meno esperte. L’addestramento è un sentiero lungo e pieno di ostacoli, se davvero esistesse la difesa sicura che propongono gli autori del video (e soprattutto se fosse così semplice) non ci sarebbero quasi più vittime di aggressione in tutto il mondo.

Annunci

5 comments

  1. Buongiorno martialskeptic, a me a dire il vero quando vedo queste cose, non so di chi aver più paura se dei maestri che le insegnano o degli allievi che le imparano.Ormai non si fermano più mi chiedo quanto tempo passerà ancora prima che ci propongano tecniche di difesa da lanciafiamme o carri armati, lei che ne dice? Distinti saluti e tanti complimenti per la sua serietà, merce ahimè sempre più rara. Mario

    1. Buongiorno Mario, le dico solo che su facebook un paio d’anni fa vidi la locandina di uno stage di difesa anti-terrorismo tenuto da un istruttore di krav maga. Ormai nelle arti marziali così come nella religione bisogna aver fede. Grazie ancora per i complimenti, faccio il possibile per rimanere serio anche se purtroppo a volte è assai difficile. Un saluto!

  2. Buonasera, grazie per la sua gentile risposta. La cosa che letteralmente mi fa venire i brividi è che le persone si fidano ad occhi chiusi di certe “tecniche”(voglio essere educato), non comprendendo di cosa stanno trattando, ma li hanno mai visti i danni che può cagionare un machete? Mah. Tanti distinti saluti.
    Mario!

    1. Un paio d’anni fa ad un evento sportivo ho potuto assistere ad uno stage di un noto maestro di krav maga. Sorvolo sui contenuti, quello che mi ha colpito è che dei trenta (a occhio) partecipanti tutti avevano la maglietta con scritto “ISTRUTTORE”. Età dai 18 ai 60 anni, non ricordo donne (anche se ne ho conosciuta una davvero vergognosa in un’occasione precedente). Tutti con capacità tecniche scarse, gente che non stava in piedi… eppure tutti istruttori. Io credo che ai più interessi poter dire di “fare” invece di “saper fare” e la maglietta istruttore è diventata la nuova cintura bianca. Quindi non è che la gente si fidi, la gente semplicemente vuole mantenere lo status. Mettere in dubbio quello che si fa e si è fatto per anni vorrebbe dire ammettere di aver perso tempo e di non valere niente, marzialmente parlando. Saluti!

      1. Buongiorno, capisco perfettamente cosa dice e sono fondamentalmente d’accordo. Purtroppo non è solo in casa krav maga questo problema. Grazie e distinti saluti!
        Mario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...